Elettro Agopuntura dimostrata

AGOPUNTURA confermata la valità scientifica ed efficacia sul dolore mediante RM e Biochimica.

Anesthesiology - The Journal of the American Society of Anesthesiologists - E' la rivista che ha pubblicato questo importante lavoro scientifico.  Si conclude che la elettro-agopuntura è più efficace ad una frequenza tra 2 e 10 Hz rispetto a 100 Hz per il sollievo di una infiammazione e per il dolore neuropatico.  I ricercatori notano che la elettro-agopuntura <blocca il dolore attivando una varietà di sostanze chimiche bioattive attraverso meccanismi periferici, spinali, e sovraspinali>.  La elettro-agopuntura attiva oppioidi endogeni naturali e altre sostanze biochimiche che desensibilizzano i recettori sensoriali per stimoli dolorosi (nocicettori).  I ricercatori notano che la elettro-agopuntura desensibilizza i nocicettori periferici e riduce le citochine proinfiammatorie perifericamente e nel midollo spinale, così la serotonina e la noradrenalina, che diminuisce nel  midollo la forforilazione della subunità N-metil-D-aspartato del recettore GluN1.  Questa attività indotta dalla elttroagopuntura provoca diminuzione del dolore e della infiammazione.  Gli autori hanno dimostrato queste peculiarità uniche della elettro-agopuntura.  L'elettro-agopuntura ha un effetto di attivazione sul sistema nervoso diverso in condizioni sane rispetto a quando il trattamento stimola una condizione in presenza di dolore. Inoltre, gli autori hanno registrato che l'elettroagopuntura, quando combinata con bassi dosaggi di analgesici convenzionali, offre una gestione efficace del dolore, che può prevenire gli effetti collaterali, spesso debilitanti, dei farmaci.   Un nuovo studio dal titolo: Mechanisms of Acupuncture Analgesia osserva che l'analgesia indotta dall'gopuntura è comunemente utilizzata per la gestione del dolore nei casi di dolore sia acuto che cronico. I ricercatori del Dipartimento di Anestesiologia dell'Università della California a Los Angeles, e dell'UCLA Medical Center, e infine dell'Ortopedia dell'Ospedale di Los Angeles hanno dimostrato connessioni tra la Medicina Tradizionale Cinese (MTC) l'analgesia mediante Agopuntura ed i principi di medicina moderna   mediante la RM (risonanza magnetica) e la PET (tomografia ad emissione di positroni) .   I ricercatori hanno così scoperto l'esistenza di una connessione e la sua quantificazione tra la scienza moderna e la scienza biomedica, la analgesia dell'agopuntura e l'elettro-agopuntura. Essi hanno rilevano mediante la ricerca di base e clinica: "Ci sono correlazioni tra l'agopuntura analgesia e le vie neurali come modulazione delle membrana del nervo periferico e la sua trasmissione, sia nelle vie ascendenti che discendenti, e quindi in queste vie di modulazione, regolazione ed elaborazione centrale fino al cervello."   La formazione continua in agopuntura  e la ricerca hanno rivelato questi ed altri risultati importanti con imaging avanzate e tecnologia di analisi biochimica.  Nuove tecniche di imaging tra cui fRM (risonanza magnetica funzionale) e PET (tomografia a emissione di positroni) hanno rivelato diversi livelli di modulazione neurale in tutto il sistema nervoso centrale. Nel complesso, si vede che l'agopuntura dimostrato un vantaggio nella gestione del dolore sia acuto che cronico. Da questi risultati, i ricercatori suggeriscono di continuare gli studi di agopuntura per chiarire ulteriormente i meccanismi biochimici dell'analgesia con agopuntura.    Questi nuovi risultati sono stati scoperti mentre la ricerca di base ora sta rivelando che i punti di agopuntura hanno caratteristiche anatomiche distinte. La TC (tomografia computerizzata) ora ha dimostrato che i punti di agopuntura hanno differenze strutturali distinte rispetto alle aree circostanti. Vicino ai punti di agopuntura può essere visto chiaramente che attorno ai vasi sanguigni di spessore vi sono densità microvascolari con biforcazioni, ma vicno ai punti NON di agopuntura non vi sono  vasi sanguigni di spessore e nemmeno le strutture ad alta densità. I punti di agopuntura contengono strutture sottili con più vasi sanguigni di grandi dimensioni che sono diverse decine di micrometri più grandi e con letti di densità vascolarizzare vasale di 15-50 micrometri di dimensione. Questa struttura non è stato trovato in aree puntiformi non-agopuntura.  Questo tipo di immagini è stato reso possibile solo ora per i grandi progressi nella tecnologia TC. I ricercatori hanno utilizzato una TC a contrasto di fase in linea con radiazione di sincrotrone per ottenere immagini chiare delle strutture microvascolari. Questo elimina artefatti, allarga il campo visivo e migliora significativamente le immagini dei tessuti molli. Caratteristiche uniche di struttura dei PUNTI DI AGOPUNTURA  è stata anche misurata con la risonanza magnetica, l'imaging a raggi infrarossi, fotografia termica LCD, ultrasuoni e sensori di ossigeno amperometrici.  In un altro studio interessante, i ricercatori hanno utilizzato un microsensore ossigeno amperometrico per rilevare le variazioni di pressione parziale di ossigeno in punti diversi ed hanno concluso che la pressione parziale di ossigeno è significativamente più elevata nei punti di agopuntura. 

Le immagini qui a fianco sono le immagini dello studio che misurano l'aumento della pressione parziale dell'ossigeno combinata con una sovrapposizione delle posizioni dei punti di agopuntura locali. Le immagini mappano il meridiano di polmone, di pericardio e di cuore ed i loro punti di locali. I punti di agopuntura mostrano elevati livelli di pressione di ossigeno e punti di non-agopuntura non lo fanno.

Categoria: