NO, SE METTIAMO SULLA NOSTRA TAVOLA I GRASSI BUONI - 2

Non il prodotto di un seme, ma la spremuta di un frutto: l'olio d'oliva è il più nobile dei grassi vegetali ed è il simbolo della dieta mediterranea. A renderlo principe dell'alimentazione sono tre punti di forza: il gusto unico in cucina, l'effetto salutare sull'organismo e i sempre più apprezzati impieghi nella cosmesi. Non stupisce che su questi tre vantaggi insistano i produttori per promuoverne la cultura. Un rilancio che si fonda anche sugli studi scientifici, soprattutto americani, che dimostrano l'importanza dell'olio per una vita più sana. E non è finita qui. Perché all'olio si aprono nuove frontiere nella gastronomia come nei trattamenti estetici. 

Senza tralasciare il gusto e la versatilità in cucina, che ormai sembra non avere più confini come dimostra anche il matrimonio tra dolci e olio d'oliva: sempre più chef, maestri pasticceri ma anche casalinghe, infatti, iniziano a sostituire tutto o in parte il burro con l'extravergine nei ciambelloni e nei composti per torte e plum cake. "Non avete mai provato la delicatezza di una pastafrolla friabile preparata con l'olio d'oliva?" è da un po' il quesito ricorrente del maestro pasticcere campano Sal De Riso. "È ora di farlo: da guarnire con un'insalata di lamponi condita con qualche goccia d'extravergine e profumata da una julienne di scorza di limone". 

Se state pensando che però l'extravergine di qualità sia troppo caro, sbagliate di grosso: deve essere il frutto del lavoro dell'uomo che cura l'oliveto, della raccolta fatta a mano, della spremitura artigianale senza uso di prodotti chimici. Se costasse  poco ci sarebbe da preoccuparsi, nasconderebbe magagne in fase produttiva. In fondo, quando cambiamo l'olio all'automobile ci preoccupiamo che sia il migliore per il motore. E perché non avere la stessa cura per il nostro corpo?

L'olio accompagna l'uomo fin dall'antichità, usato nei riti sacri, per l'illuminazione  e per la cosmesi. Nei poemi omerici l'olio è citato per la pulizia e l'igiene. Oggi questa azione dermoprotettiva è stata riscoperta, fino a parlare di una dieta mediterranea per la pelle. Massaggi e frizioni che, più di una moda, rappresentano un ritorno ai riti della bellezza degli antichi greci e romani.

La bruschetta è un antipasto elegante che può precedere un piatto di pasta. Può anche accompagnare un secondo piatto fungendo da contorno. Si serve con una ciotola piena di olio di oliva e capperi.

Ingredienti: 1/2 tazza di olio d’oliva, 6 pomodori tagliati a dadini, 2 cucchiai di aglio fresco tritato, 6 foglie di basilico fresco tritato, 1/2 cucchiai di sale, 1/2 cucchiai di pepe, fette di pane dello spessore di cm.1,5

 

Istruzioni

1. preriscaldare il forno a 200 gradi e tagliare il pane a fette

2.tagliare i pomodori e tritare il basilico

3.in una ciotola emulsionare l’olio, i pomodori, il basilico, l’aglio, il sale ed il pepe; lasciare riposare per 30 minuti

4.tostare il pane nel forno per 10 minuti o comunque fino a quando è dorato